La sterilizzazione è un processo chimico o fisico che porta all’eliminazione di qualsiasi forma microbica vivente, sia patogena che non, comprese le spore e i funghi.

In questo studio vengono adottati alti standard igienici, ovviamente tutti gli aghi e/o taglienti sono monouso. Qui di seguito riportiamo tutti i passaggi del ciclo di sterilizzazione, utilizzato per la strumentazione.

Sterilizzazione

  1. Decontaminazione a freddo tramite ACIDO PERACETICO al fine di abbattere la carica batterica presente sugli strumenti;
  2. Lavaggio in VASCA AD ULTRASUONI con appositi detergenti enzimatici al fine di eliminare ogni residuo organico,d’inchiostro ecc e successivo risciacquo e asciugatura;
  3. Confezionamento dello strumentario in apposite buste al fine di garantirne la sterilità fino all’utilizzo(comunque entro 30 giorni);
  4. Sterilizzazione dello strumentario in AUTOCLAVE di classe B (come da normativa europea).

Infine tutti gli strumenti vengono contrassegnati con numero di ciclo e data di sterilizzazione; Il corretto funzionamento dell’autoclave viene costantemente monitorato tramite l’utilizzo di appositi test (controllo spore, Bowie-Dick test, Helix Test, Vacum test) eseguiti con regolarità. L’avvenuta sterilizzazione e’ verificata dall’utilizzo di test ”Vapor Line” ad ogni ciclo dell’autoclave.

Tutta la documentazione relativa alla sterilizzazione è consultabile in studio.

Vapor Line

Questo test utilizzato ad ogni ciclo mostra in modo semplice ed immediato la corretta sterilizzazione.

Helix Test

Con questo test viene verificata la capacità di rimozione dell’aria e penetrazione del vapore nel carico da sterilizzare all’interno di un corpo cavo.

Bowie-Dick

Con questo test viene verificata la capacità di rimozione dell’aria e penetrazione del vapore per la sterilizzazione di corpi porosi (garze ecc..).

Spore Test

Lo Spore Test rientra all’interno della categoria dei controlli biologici che effetuiamo sull’autoclave. Questi risultano particolarmente utili in quanto permettono di indicare non solo i parametri relativi ai fattori TEMPO e TEMPERATURA, ma anche, e soprattutto, quelli relativi alla DISATTIVAZIONE BIOLOGICA.
L’esito di questo test viene fornito da un laboratorio d’analisi esterno.